In dettaglio

I LUOGHI DELLA RICOSTRUZIONE, La Fede Come Medicina

Formazione/ Informazione

04/04/2014 – 17:25:38 – Fonte:

indietro
I LUOGHI DELLA RICOSTRUZIONE, La Fede Come Medicina - Foto 1

La FONDAZIONE OPERA BEATO BARTOLO LONGO di Francavilla Fontana (Br) nell’ ambito del percorso del X MEETING DELLA CITTADINANZA PIENA ED UNIVERSALE “I LUOGHI DELLA RICOSTRUZIONE, La Fede Come Medicina” ha attivato un percorso culturale di Formazione/ Informazione destinato agli alunni delle scuole Medie Superiori nell’ anno scolastico 2013/2014. 

Al progetto hanno aderito l’Istituto Professionale “Carlo De Marco” e l’Istituto Commerciale “G. Calò” di Francavilla Fontana. Gli studenti hanno tenuto una serie di incontri con i referenti della Fondazione Opera Beato Bartolo Longo i quali hanno illustrato, informato e portato a conoscenza gli studenti delle realtà comunitarie presenti sul territorio. Video e testimonianze dirette portate ai ragazzi per sensibilizzare e informare le classi attorno al disagio psichico nel territorio e scoprire le enormi possibilità che menti diverse dal solito possono sviluppare; una lotta accesa contro l’ emarginazione e il pregiudizio! 

Il lavoro effettuato nelle scuole e in particolare la collaborazione con l’Istituto Commerciale “G. Calò” ha ormai raggiunto il terzo anno consecutivo. L’ anno scolastico 2013 ha visto la partecipazione di n° 4 studentesse delle quarte classi che hanno partecipato attivamente nella realizzazione del “Malato Straordinario – è tempo di Vivere”. La collaborazione nasce dal progetto “Teatro Insieme” attivato da Marzo a Giugno 2013 ; un laboratorio teatrale in orario extra-scolastico attivato nelle aule dell’ Istituto. Gli utenti delle comunità hanno raggiunto gli studenti nelle classi e svolto con loro il laboratorio teatrale. Una esperienza avvincente che ha utilizzato lo strumento teatro per avvicinare e conoscere gli utenti delle comunità agli studenti! 

Da questo laboratorio è nato uno spettacolo teatrale costruito in maniera integrata, uno spettacolo nel quale utente, cittadino, ragazzo, volontario e operatore collaborano attivamente liberi da inutili etichette! “Il Malato Straordinario”, liberamente ispirato al “Malato immaginario di J.Baptiste Moliere ha esordito il 31 Agosto in P.zza delle Perdonanze a San Pietro in Bevagna e replicato il 14 Dicembre 2013 a Poggiardo (LE) in occasione del Convegno annuale sulle Arti Terapie organizzato dall’ associazione Circolo Vituoso - LECCE. Il progetto è stato ideato e condotto da Rosario Diviggiano e Roberta Natalini della Fondazione opera Beato Bartolo Longo. In questo progetto determinante è stato l’ appoggio dell’ Istituto Commerciale G.Calò di Francavilla Fontana che ha creduto sin da subito nell’ utilità del progetto ; una scuola da sempre sensibile ai temi sociali e che non lesina di mettere a disposizione strutture, aule e risorse utili alla causa. La collaborazione è stata attivata grazie al grnade lavoro fatto dalla Dirigente Scolastica prof.ssa Maria Antonietta Todisco e alla vice- preside prof.ssa Adele Trisolino

Appuntamento Il 4 Aprile 2014 c/o il Teatro Italia di Francavilla Fontana dove termina il percorso di Formazione/ Informazione andando in scena proprio con il “Malato Straordinario – è tempo di Vivere!”. I ragazzi incontrano gli utenti delle comunità a Teatro in un matinè dedicato interamente alla lotta contro tutti i tipi di pregiudizio e stigma.

I LUOGHI DELLA RICOSTRUZIONE, La Fede Come Medicina - Foto 2
indietro