X Meeting cittadinanza piena e universale. Convegno sull'uomo e la sua opera

Caricato il 25/10/2013 - ore: 12:54:12
Durata 2:58
Fonte: telebrindisitv

Ritorna a Francavilla Fontana il X Meeting della Cittadinanza Piena e Universale "I Luoghi dell’Anima. I cantieri della Ricostruzione” promosso dalla Fondazione Opera Beato Bartolo Longo. Dalla visione europea dell’idea di Famiglia alla lotta alla vita portata avanti da “One fou us”, attraverso l’attualità del tema immigrazione, il Meeting volge al termine con uno sguardo al territorio sull’opera dell’ uomo tra politica dell’essere, fede e politiche esistenziali con rappresentati del mondo politico nazionale e locale. 

Non a caso la scelta della location. Difatti, è nella città degli Imperiali, prossima alla amministrative ed in fibrillazione politica per le primarie Pdl che si svolgerà l’ultimo convegno targato FOBBL. Welfare, politiche esistenziali, fede, opera dell’uomo, politica e progettazione saranno al centro del dibattito che vedrà tra i relatori Don Antonio Panico direttore dell’Università Lumsa di Taranto ed in platea i maggiori rappresentanti delle forze politiche nazionali e locali come i Senatori Pietro Iurlaro e Salvatore Tomaselli, il consigliere regionale Euprerio Curto e l’ex presidente della provincia di Brindisi Massimo Ferrarese. 

A conclusione di quattro intense giornate in cui si è discusso di temi a carattere nazionale, si è voluto ripartire da Francavilla Fontana per avviare un nuovo percorso di riflessione, partendo dalle fondamenta del vivere Italia. Si passerà dallo sguardo d’insieme della questione politica nazionale in tema di welfare e pianificazione all’affrontare vie più spinose come la ri-costruzione dello spirito e dell’uomo, obiettivi primari del meeting e dell’opera Beato Bartolo Longo. 

Il tutto, dopo aver messo sul piatto e riaperto il dibattito sullla “cura”. “I cantieri della cura. Le Strutture Residenziali Psichiatriche e le indicazioni sui nuovi assetti organizzativi. I luoghi della cura e la medicina della fede” è, infatti, il macro tema affrontato nella giornata di ieri, 24 ottobre. Al centro del seminario, il progetto "Luce e Libertà" della Fondazione di Comunità di Messina finalizzato a sperimentare nuovi modelli di welfare comunitario nell’ambito della salute mentale e alla fuoriuscita e al progressivo reinserimento sociale di 56 internati dall’Ospedale psichiatrico giudiziario di Barcellona Pozzo di Gotto (Me). 
L’innovazione, il successo e l’entusiasmo dei referenti del progetto ha dato nuova linfa alla discussione nazionale sulla questione Opg e strutture residenziali psichiatriche aprendo in sala un acceso dibattito.